Febbraio 2020

Scoperta nel 1964 da Giancarlo Zuffa, del GSB e dedicata al celebre ingegnere idraulico e storico, precursore della Speleologia Bolognese, che alla fine del '700 visitò e descrisse per primo alcune grotte nei gessi e nelle arenarie del nostra provincia.

Proponiamo questo bellissimo documento realizzato da Francesco Grazioli sulla biodiversità dei Gessi della nostra regione. Un filmato eccezionale che testimonia il grande patrimonio naturalistico racchiuso nelle nostre colline e nei vuoti sotterranei.

La monografia riporta in dettaglio tutti gli studi inerenti la rivisitazione e l'esplorazione della rete acquifera antica di Bologna. Il volume fa seguito alla Mostra allestita in Giugno 2010 presso l'Antico Opificio dei Consorzi dei Canali di Reno e Savena.

Un'opera composta da 70 testi e da una vasta documentazione fotografica che illustrano nel dettaglio le cavità naturali dell'area Bolognese, la storia delle esplorazioni e le interazioni dei fenomeni carsici nei gessi con l'uomo e l'ambiente circostante.

La grotta è di recentissima scoperta: trovata nel settembre 2019 da Minghino, che piantando l’ennesimo ramo per terra (durante le sue consuete esplorazioni nel Parco dei Gessi con Giuliano), scoprì con stupore che il ramo non scendeva in verticale ma bensì in orizzontale e soffiava aria!

Qualcuno sorriderà ma troverete interessanti attività che fra il serio ed il faceto contraddistinguono una piccola parte delle attività dei gruppi bolognesi. Per alcune di queste sono stati coniati specifici termini.

Scrivici

scrivici!

Se vuoi sapere o ti serve qualcosa in particolare non esitare a contattarci.




Per iscriversi al corso di Speleologia è necessario inviare una mail tramite l’apposito modulo nella sezione Corso di I livello.

x